CONCORSI SECONDARIA 2019: SIAMO IN ATTESA DEI BANDI

Mentre il Concorso per la Scuola dell’Infanzia e Primaria dovrebbe uscire a breve, i tempi di attuazione dei due Concorsi per la Scuola Secondaria si allungano di poco e vengono data in uscita dal Ministero per la fine del 2019.

CONCORSI DOCENTI NELLA FASE TRANSITORIA

In occasione della fase transitoria, i bandi attesi sono i seguenti:

  • Concorso ordinario per la Scuola Secondaria
  • Concorso straordinario per la Scuola Secondaria

Entrambi i Concorsi dovrebbero attivarsi entro il 2019.

L’obiettivo del MIUR è diminuire la quota di docenti supplenti che ogni anno approdano presso le aule scolastiche, svolgendo i medesimi compiti dei docenti in ruolo ma usufruendo di minori diritti. Inoltre, la progressiva eliminazione del precariato garantirebbe una certa continuità didattica per tutti gli alunni di ogni ordine e grado.

CONCORSO ORDINARIO

Il MIUR riserva 24.000 posti per i docenti che decidono di partecipare alla procedura ordinaria. A differenza dei concorsi 2016 e 2018, l’abilitazione non è un requisito indispensabile per accedere alla fase ordinaria. Nella fase transitoria, infatti, si potrà accedere:

  • se in possesso di abilitazione per la classe di concorso per la quale si concorre o per altra disciplina (anche di diverso grado)
  • se dotati di 24 CFU in discipline antro-psico-pedagogiche e metodologico-didattiche

I docenti ITP potranno accedere solo con il diploma.

In merito al sostegno, è necessario possedere la relativa specializzazione.

CONCORSO STRAORDINARIO

Ulteriori 24.000 posti sono riservati ai docenti precari non abilitati che hanno maturato almeno tre anni di servizio nell’ultimo ottennio. E’ permessa la partecipazione anche ai dottorati di ricerca e ai docenti già in ruolo che intendono abilitarsi per altra classe di concorso.

Le prove del Concorso straordinario saranno semplificate:

  • una prova scritta computer-based
  • una prova orale non selettiva

Al termine del Concorso straordinario, i docenti partecipanti otterranno l’abilitazione.

Il Concorso ordinario dovrebbe essere pubblicato entro l’estate. A questo proposito, si è aggiunta poi la volontà di attivare anche un Concorso straordinario. Il MIUR vorrebbe attivare i due bandi in contemporanea.

Nonostante il Ministero Bussetti abbia affermato di essere in procinto di attivare entrambi i bandi, non è ancora stato raggiunto un accordo. Il motivo del rallentamento risiederebbe in una divergenza di opinioni tra i partiti Lega e M5S. Non resta, quindi, che attendere fiduciosi un pacifico accordo.

Noi de “L’albero della Conoscenza” continueremo a tenervi informati.