IL MEF DÀ IL VIA LIBERA ALL’ASSUNZIONE DI OLTRE 53MILA DOCENTI. CINQUEMILA IN MENO DI QUANTI RICHIESTI DAL MIUR

Il Ministero dell’Economia (MEF) ha dato il via libera all’assunzione di 53.627 docenti dopo la richiesta del Ministero dell’Istruzione del mese scorso che chiedeva l’autorizzazione ad assumere «complessive 58.627 unità». Lo ha comunicato il MEF .
«Nell’ambito della procedura di autorizzazione al reclutamento del personale docente per il prossimo anno scolastico 2019/2020 (prevista dall’articolo 39, commi 3 e 3-bis, della legge 449/1997, che prevede un’istruttoria diretta a riscontrare le effettive esigenze di reperimento di nuovo personale e un Dpr su proposta del ministero della Pubblica amministrazione e del ministero dell’Economia e delle finanze), il Miur, con nota del 3 luglio 2019 aveva formulato una richiesta di autorizzazione ad assumere per complessive 58.627 unità, corrispondenti ad altrettanti posti vacanti e disponibili in dotazione organica», si legge nella nota del ministero dell’Economia.
Nella richiesta – scrive il Mef – «non veniva tenuto in considerazione la marcata riduzione delle iscrizioni degli alunni, registrata specie nell’ultimo biennio, connessa con il calo della natalità. Al riguardo, il Mef ha più volte evidenziato quanto previsto dal Dpr 20 marzo 2009, numero 81 e, in particolare, che le dotazioni organiche complessive e la distribuzione delle stesse tra le regioni sono definite specificamente in base al grado di densità demografica e alla previsione dell’entità e della composizione della popolazione scolastica».
«Alla luce delle interlocuzioni tecniche – conclude la nota – il ministero dell’Istruzione aveva fatto pervenire il 23 luglio scorso una nuova richiesta per complessive 53.627 unità sulla quale questa Rgs lo scorso 25 luglio ha comunicato di non avere ulteriori osservazioni da formulare».