Le immissioni in ruolo dal 2016/17 in poi: sede definitiva, titolarità in scuola assegnata

Le sedi attualmente assegnate ai docenti neo-immesso sono sedi di titolarità. L’immissione in ruolo dall’anno scolastico 2016/17 è su sede definitiva.

Le sedi per i docenti neo-immessi in ruolo

In caso di docente neo-immesso che svolge l’anno di prova presso una scuola secondaria di primo grado, non c’è il dubbio che lo stesso possa mantenere la sede attuale, eccetto che non si determini un soprannumero, per calo delle iscrizioni.

La scuola Secondaria di I grado dove prestano servizio i docenti in seguito ad immissione in ruolo è la loro sede di titolarità in quanto la loro immissione in ruolo è su sede definitiva e non provvisoria.

Cosa è cambiato

Bisogna ricordare che le immissioni in ruolo sono valse come sede provvisoria fino all’anno scolastico 2015/16. Per questi docenti era necessario inoltrare domanda di trasferimento per ottenere una sede definitiva.

Ciò significa che potevano essere inseriti nella graduatoria interna di istituto e cominciare a maturare il punteggio di continuità nella scuola di titolarità soltanto nell’anno scolastico successivo a quello di immissione in ruolo, con l’assegnazione della sede definitiva in fase di mobilità.

In seguito, invece, quindi dall’anno scolastico 2016/17, le immissioni in ruolo sono valutate su sede definitiva. Questo significa che la sede assegnata rappresenta quella di titolarità e il docente viene inserito a pieno titolo nella graduatoria interna della scuola assegnata dove comincerà subito a maturare il punteggio di continuità.

I docenti neo-immessi in ruolo quindi devono sostenere l’anno di prova e formazione che deve essere svolto nella sede assegnata.

I docenti immessi in ruolo entro il 2015/16 si ritroveranno ad aver svolto il loro anno di prova nella sede provvisoria assegnata. Invece i docenti immessi in ruolo a decorrere dal 2016/17 hanno svolto l’anno di prova in sede definitiva, quindi la sede di titolarità.

Qualora, per errata gestione dell’organico da parte delle Unità Amministrative Territoriali (ex Provveditorati), i docenti neo immessi in ruolo dovessero trovarsi costretti a fare trasferimento per una diversa sede di titolarità, senza che si sia determinata soprannumerarietà, è possibile fare ricorso con lo studio legale Mellone-Smaldone (cell.ri 3428451916 e 3802467268).